Dettagli rivelatori

glicinePasseggiata domenicale nel parco. Mi fermo al bar con il pergolato stritolato da un glicine secolare. Per alcuni aprile è “dolce dormire”, per altri è “il mese più crudele”, per me è il momento del glicine. Fiorisce già a marzo, ma i toni sono troppo squillanti, ad aprile si stinge un po’, si addolcisce. Mi siedo e ordino da bere. Vicino a me c’è un clone di Oscar Giannino, una caricatura carnascialesca del dandy. Mi chiede una sigaretta e con un sorriso idiota mi fa i complimenti per le calze viola, “peccato però” – aggiunge – “per le scarpe che non c’entrano niente”. “Io ho sempre qualcosa che non c’entra niente”, rispondo, e in quell’istante mi accorgo che non è solo una battuta.

2 Risposte to “Dettagli rivelatori”

  1. linnioaccorroni Says:

    certo però che dalle tue parti ci sono dei rompicoglioni con i controfiocchi, la cui molestia è senz’altro aggravata dal look alla Giannino.
    per fortuna c’era il glicine: una pianta meravigliosa di cui amo soprattutto due caratteristiche essenziali:
    1) adoro quei boccioli che, giorno dopo giorno, prima della fioritura prorompente e gaudiosa come da foto, diventano sempre più consistenti e turgidi, e quasi pronti ad esplodere. Potenza ed atto.
    2) nel glicine, sono i fiori che preparano la via alle foglie.

  2. sergiogarufi Says:

    ciao linnio, dalle mie parti c’è gente orribile, guarda me!🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: