I luoghi della scrittura

Leggevo ora sul giornale la stroncatura di un romanzo italiano che peraltro a me è piaciuto. Gli veniva rimproverato di essere “freddo”, che si vede che è stato “scritto a tavolino”. Ma dove cazzo si devono scrivere i libri?

15 Risposte to “I luoghi della scrittura”

  1. gianni biondillo Says:

    io li scrivo danzando nudo in un campo di girasoli.
    (una fatica che non ti dico…)

    G.

    p.s. che libro è?

  2. sergiogarufi Says:

    strano, il libro era uno tuo🙂

  3. elena Says:

    ..beh, nudo d’inverno in un campo di girasoli.
    Non poteva che uscirne un libro freddo..

  4. elena Says:

    (si possono fare le battutine sceme qui?)🙂

  5. sergio pasquandrea Says:

    Ma poi perché un romanzo caldo dovrebbe essere meglio di un romanzo freddo? Da quando in qua i libri si giudicano con il termometro?
    E “La vita istruzioni per l’uso” di Perec, tanto per dire, dove sarà stato scritto? Al tavolo da disegno?

  6. sergiogarufi Says:

    ciao elena🙂
    caro sergio, così a caldo non saprei che risponderti, dovrei pensarci a mente fredda, in ogni caso la tua proposta di scrivere sul tavolo da disegno non mi convince del tutto, mi lascia un po’ tiepido🙂

  7. gianni biondillo Says:

    Elena chiede: “si possono fare le battutine sceme qui?”
    Ma perché, pensavi che il mio primo commento fosse serio?😉

  8. elena Says:

    gianni: beh, io sì, mi pareva un’immagine così liberatoria!
    Un po’ alla Woodstock, ma che ne so io, voi scrittori..

  9. monicavannucchi Says:

    Oddio, sono imbarazzata, anche a me è capitato di dire di un libro che” è scritto a tavolino”! Che devo fare, pentirmi o vergognarmi? Mi sembra peraltro che ce ne siano in giro sempre di più, prodotti ben confezionati delle scuole di “scrittura creativa”, ma con poco da dire e tenuti molto al guinzaglio dai loro artefici…
    Si può fare un commento sul serio qui? Eccolo: bello il blog, bell’idea la vie en beige; questo titolo, per esempio, emoziona! Magari l’hai trovato a tavolino!?

  10. sergiogarufi Says:

    Pentiti Monica, recita il mea culpa qui in pubblico!🙂 A parte gli scherzi, l’espressione rende l’idea e pure rende giustizia di uno stile estremamente curato, che in certe scuole di scrittura creativa famose arriva ad essere talmente afasico ed esangue da giustificare la definizione (mia) di packaging del nulla. Finché non si troverà un adeguato sostituto mi sa che dovremo ricorrervi per forza. Il titolo del blog m’è venuto sempre da seduto ma in bagno, che è il mio vero pensatoio, precisamente durante una colica, le mie migliori muse ispiratrici. Mi fa piacere che ti emozioni.

  11. monicavannucchi Says:

    A proposito di muse ispiratrici, Sergio, se ti va dai uno sguardo al mio ultimo post su http://monicavannucchi.wordpress.com
    mi farebbe piacere.

  12. sergiogarufi Says:

    Ho letto il tuo post e ho lasciato un commento. E’ un pezzo splendido, chi si fida del mio gusto gli dia un’occhiata, non se ne pentirà.

  13. Alessia Says:

    Un posto bello per scrivere un libro ( a parte la propria stanza e il proprio TAVOLINO!) sarebbe in treno, o su una scogliera, o nell’attesa per il pagamento del ticket, o durante una messa, possibilmente un funerale, da questo breve elenco son sicura che verrebbero fuori bellissimi libri caldi, freddi e tiepidi.

  14. antonio lillo Says:

    io quel che scrivo com amore lo scrivo sempre in giardino, qualche volta in treno, su dei grandi quaderni e siccome sono mancino scrivo sulla metà a destra della pagina (per appoggiare meglio la mano) e poi faccio le correzioni a sinistra… non riesco a concentrarmi in altri posti… il problema poi è la rottura di doversi ricopiare tutto al computer!

    altro è quando scrivo di politica locale, lì un posto vale l’altro, meglio ancora se è il cesso! (scusatemela questa, è un pò scontata)

  15. sergiogarufi Says:

    il cesso secondo me è un pensatoio formidabile, ma pure i posti suggeriti da alessia mi sembrano adatti🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: