Figure carismatiche

Peccato per la foto, il primo piano stretto da pensatore che si tiene le tempie per il tanto rimuginare se no scoppiano. Avesse scelto una posa come quella di Feyerabend mentre lava i piatti, con la didascalia “il filosofo al lavoro”, ne avrebbe guadagnato parecchio. E peccato per certe tisanerie da oroscopo che ogni tanto gli scappano quando discetta di relazioni sentimentali nella sua rubrica settimanale su D di Repubblica. Peccato perché quando vuole, e parla d’altro, dice cose illuminanti. Sul ferimento del premier, per esempio, le parole più sagge sono state le sue, quando ha spiegato la natura delle personalità carismatiche, che producono consensi e dissensi a livello emotivo, e ha avvertito circa la pericolosità di un potere politico di questo tipo. Pericolosità per sé, nel senso che attira soggetti paranoici (vedi il caso di John Lennon) che lo identificano come un idolo o un bersaglio, insomma un oggetto fobico, e pericolosità per la democrazia, che si fonda sulla dialettica del confronto e sullo spirito critico. En passant, un discorso simile si potrebbe fare per la letteratura. Anche qui ci sono “figure carismatiche” (espressione di per sé neutra, e a prescindere dal fatto che quel carisma lo si cerchi ed ottenga deliberatamente attraverso gli strumenti del consenso oppure semplicemente càpiti), tipo Saviano e Moresco, intorno alle quali lo scontro emotivo spesso prevale sul confronto delle idee. Io resto dell’avviso che i termini fan e persecutore siano in fondo sinonimi dei quali è bene diffidare.

Tag: , , , ,

6 Risposte to “Figure carismatiche”

  1. franz krauspenhaar Says:

    d’accordo su fan e persecutori. quello che ha scritto galimberti però l’avevo capito persino io. penso che a furia di spremersi le meningi (la foto somiglia curiosamente a una di aldo nove) abbia tralasciato di dire qualcosa di veramente pregnante.

  2. p. ferrucci Says:

    Restando sulla falsariga degli “imbarazzi”, se mai dovesse capitarmi di avere dei fans, resterei molto ma molto imbarazzato.

  3. Luca Tassinari Says:

    Da Opere complete di Learco Pignagnoli, Aliberti 2006, Opera n. 25: «Lo scrittore Alain Elkann, tutte le volte che pubblica un libro, mette una sua fotografia nel retro di copertina dove appare sempre pensieroso e con il mento appoggiato alla mano chiusa a pugno. Che cazzo ha da essere sempre pensieroso?»

    Secondo me l’opera 25 di Learco Pignagnoli va bene anche per Umberto Galimberti.

  4. fernando coratelli Says:

    sottoscrivo tutto, anche quello che dice franz, d’altronde la domenica sera stessa su feisbuc avevo fatto un paragone tra la mazzata nei sensi (espressione tutta barese) a berlusconi, l’uccisione di lennon (di cui l’8 dicembre ne ricorreva l’anniversario) e l’attentato a reagan – il primo presidente mediatico, il berlusconi antelitteram che dal cinema western passava al campidoglio di washington.
    detto questo aggiungo a mo’ di battuta (ma non troppo) che è vero che “i termini fan e persecutore siano in fondo sinonimi dei quali è bene diffidare”, ma a volte è pure bello immaginare che ci siano i persecutori dei fan, e io ogni tanto mi diletto a annoverarmi fra quelli – da sempre provo ribrezzo per i realisti più che per il re.

  5. franz krauspenhaar Says:

    giusto. i fan sono quelli dell'”attrazione fatale”. o come quel personaggio, interpretato da amedeo nazzari ne Il gaucho di risi. industriale italo-argentino della carne, va a caccia di tutto cio’ che è italiano. appena una masnada di cinematografari mezzi andati va a buenos aires per ritirare una grolla, lui si fa in quattro per loro, li ama, li venera. appena la masnada, capitanata da gassman, riparte in aereo, gassman non fa in tempo a salutarlo che l’ingegnere (nazzari) già corre come un invasato verso un altro aereo: arriva celentano.

  6. Lettore Says:

    Riguardo ad Elkann che appoggia fa faccia sulla mano (chiusa a pugno o no) è probabile che sia il classico metodo usato spesso da donne e uomini di una certa età: serve per nascondere doppi/tripli menti, dewlaps e bargigli vari.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: