Il Frecciarossa della poesia erotica dialettale

Sura Caterinin (C. Porta)

Sura Caterinin, tra i bej cossett
che la gh’ha intorna e che ghe fan onor,
gh’è quell para de ciapp e quij dò tett
ch’hin degn de guarnì on lett de imperator.

Oh che tett! Oh che ciapp plusquam perfett!
collogaa a voeuna a voeuna de per lor,
sald al post senza zent, senza farsett,
comor, che paren faa da on tornidor.

Per mì sont chì a giugagh el mè salari
che la moeuv pussee usij lee col vardà
che i olter donn cont el voltalla in ari.

Basta dì che mì istess di voeult arrivi
a cercall di mezz’or s’hoo de pissà,
e ghe l’hoo drizz e dur adess che scrivi.

A Nnina (G.G. Belli)

Tra ll’antre tu’ cosette che un cristiano
Ce se farebbe scribba e ffariseo,
Tienghi, Nina, du’ bbocce e un culiseo,
Propio da guarní er letto ar Gran Zurtano.

A cchiappe e zzinne, manco in ner moseo
Sc’è rrobba che tte pò arrubbà la mano;
Ché ttu, ssenz’agguantajje er palandrano,
Sce fascevi appizzà Ggiuseppebbreo.

Io sce vorrebbe franca ‘na scinquina
Che nn’addrizzi ppiù ttu ccor fà l’occhietto,
Che ll’antre cor mostrà la passerina.

Lo so ppe mmé, cche ppe ttrovà l’uscello,
S’ho da pisscià, cciaccènno er moccoletto:
E lo vedessi mó, ppare un pistello!

Annunci

Tag: ,

8 Risposte to “Il Frecciarossa della poesia erotica dialettale”

  1. chi Says:

    bellissime 🙂

  2. matilde Says:

    Ma è la stessa!! Come successe, Sergio? Ci dici? 🙂

  3. chi Says:

    porta scrisse la poesia, al belli piacque molto (era anche stato a milano in un certo periodo) e la tradusse in romanesco, mi sa.

  4. monicavannucchi Says:

    mmmmmmmh, il frecciarossa… significa che sei già a Roma o che fai su e giù? O che studi le lingue perchè vieni all’estero? moni

  5. sergiogarufi Says:

    ciao matilde, ha ragione “chi”, l’originale è meneghino, ma la traduzione romana è strepitosa, secondo me superiore. ciao monica, il frecciarossa è il trait d’union fra le due città, il mezzo che prendo più spesso in questo periodo, a roma mi stabilirò solo a fine marzo. spero di vedere sia te che manuela, fra l’altro ho visto nel tuo blog che ogni tanto vai all’auditorium, e la mia fiancé vive proprio lì 🙂

  6. gianni biondillo Says:

    Belli senza Porta semplicemente non esisterebbe.
    Quando conobbe Porta e la sua letteratura lasciò perdere la scrittura “in lingua” e si dedicò al “dialetto” (molte sono le riscritture di Belli delle cose di Porta, un vero e proprio esercizio di approfondimento). Per come la vedo io quello del Belli è sempre, in fondo rimasto un dialetto, poco più che bozzettistico. Divertente da morire, ma è più rabbioso e rancoroso che “consapevole”.
    Porta, invece, faceva del milanese una lingua, la usava anche “politicamente”. Lo reputo uno dei più grandi scrittori del XIX secolo in Italia, al pari di molti altri lodati mostri sacri. Se non superiore. Solo che la sua sfortuna è stata quella di scrivere in una lingua, che, in un certo senso, “ha perso”. (Manzoni, che in casa parlava solo in francese e in milanese, l’aveva capito, e il suo romanzo l’ha scritto in una lingua straniera, il toscano). Il milanese parlato è ostico ai più, scritto è addirittura incomprensibile, manco fosse il gaelico. La romanocentricità cinetelevisiva e l’essere al di sotto della (linguistica) linea gotica (rendendolo perciò più comprensibile) ha fatto vincere il romano. Anzi: il romanesco.

  7. dario Says:

    Mona, cossa mai xestu, che ti ha tanta
    forza, e vertù de far tirar i cazzi,
    che ti fa deventar i savi pazzi,
    e i ccoraggiosi in ti se perde, e incanta.
    Quei, che d’esser gran teste se millanta,
    per ti deventa tanti visdecazzi
    …etc.
    poteva mancare il contributo del Baffo?

  8. monicavannucchi Says:

    @sergio, allora fai un fischio quando arrivi, mi raccomando! moni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: