diafàna

Paola Calvetti, giornalista, ha lavorato alla redazione milanese del quotidiano la Repubblica, occupandosi prevalentemente di spettacolo; ha collaborato anche con diverse altre testate e alla realizzazione di saggi sulla musica e sul balletto per il Teatro alla Scala, dove dal 1993 al 1997 ha diretto l’Ufficio Stampa. Ha scritto soggetti , sceneggiature e realizzato servizi televisivi per la trasmissione Mixer di Giovanni Minoli (Rai Due); con il lungometraggio La luna incantata, prodotto da Rai Due, ha vinto il Primo Premio al Fipa di Cannes. È Direttore della Comunicazione del Touring Club Italiano. Finalista al Premio Bancarella con il romanzo d’esordio, L’amore segreto (1999, Baldini&Castoldi), acquistato da Rai Cinema e da Urania Film e tradotto in dodici Paesi, nel 2000 ha pubblicato L’Addio (Rizzoli, ora nei Tascabili Bompiani), tradotto in diverse lingue e nel 2004, Né con te né senza di te (Bompiani). Perchè tu mi hai sorriso è il suo ultimo romanzo.

[info tratte dal sito di Bompiani]

Tag: ,

15 Risposte to “diafàna”

  1. linnioaccorroni Says:

    dopo una televendita così convincente, tanto aliena da luoghi comuni, m’accatterò subito il libro e l’opera omnia della calvetti( grazie sergio per averci fornito anche il cv della signora). Due chicche imperdibili nel video: lei che si china continuamente a sbirciare gli appunti ( o c’era il bel D’Avenia in corpore vili a ‘confortarla’) e Mannoni che s’abbioccava.
    La critica letteraria al tempo di Sbirulino.

  2. sergio pasquandrea Says:

    “urlare i sentimenti”

    “abbiate un sogno e inseguitelo”

    “piuttosto che”

    “dare gioia ed energia agli studenti”

    … e ovviamente il professor Keating, a farcire il tutto.

  3. coq Says:

    ma l’avrà letto? :))

  4. chi Says:

    chi le ha scritto il gobbo non le ha messo gli accenti… io lo/la licenzierei, non si dovrebbe dare per scontato che uno abbia fatto le medie.

  5. sergiogarufi Says:

    e soprattutto “diafàna”, diòporco.

  6. gianni biondillo Says:

    Finàlmente in televìsione la vera critìca e l’autentìca letteràtura.

  7. monicavannucchi Says:

    Ma la rubrichetta della Calvetti sarà sotto l’egìda della maria stella o no, secondo voi? secondo me sì, perchè consiglia il libro ai professori, che imparino, che diamine, qualcosa anche loro! monica ( sempre in attesa dei tuoi segnali di fumo, Sergio, che tra poco è pasqua e dopo, come si sa, finisce l’anno scolastico e in un amen andiamo tutti in ferie!!)

  8. elena Says:

    madonninamia che tristezza. Ma come fa una così a stare dove sta. Anzi, significa che se sta dove sta, tutto è sceso a livelli spaventosamente bassi. Ma già si sapeva.

  9. clara Says:

    ma di che ci stupiamo.

  10. monicavannucchi Says:

    @elena, una così intendi come la paola o come la maria stella ? in effetti, son d’accordo con clara: ma di che ci stupiamo? monica

  11. francesco Says:

    non so , ma per me , cosa ben più inquietante di un errore di pronunzia, è quella”panchina rossa”
    che diamine di confidenze si possono scambiare su una panchina (ammesso che esista in qualche parte del mondo) di quel colore?

  12. luigi weber Says:

    Accidenti, è una fortuna che diafàna lo dica al minuto 1:09, perché non si arriva in fondo a questa roba. Non c’è una parola che non sia irritante. Diacàgna…

  13. luigi weber Says:

    Aggiungo che proprio ieri sera ho visto l’ineffabile Alain Elkann nella sua impagabile rubrica di consigli per gli acquisiti librari e interviste senza costrutto. L’ho visto cincischiare – come lui solo sa fare – intorno a un libro di Gad Lerner e, mentre l’imbarazzato autore lo guardava, pensando che quello davvero fuori è lui, non suo figlio, d’un tratto il genio se ne è uscito con questa luminosa massima: “comunque è difficile dire di cosa parli questo libro, perché poi i libri andrebbero letti”. Il costernato autore non ha potuto che annuire, come a dire “se è per questo, si potrebbe anche evitare di tenere una rubrica televisiva sui libri”.

  14. aditus Says:

    cià la febbre

  15. angela scarparo Says:

    siete tremendi🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: