Il prossimo

Ho firmato il contratto con Ponte alle Grazie per il secondo libro, che devo ancora scrivere. E’ un momento magico, quello di quando pensi a cosa scrivere, i libri potenziali sono infiniti e tutti bellissimi. Ho alcune idee, ma le cambio spesso. Partendo dalle poche certezze: vorrei fare qualcosa di completamente diverso dal primo romanzo. Niente di autobiografico, quindi. Una storia concentrata in poco tempo, magari un giorno solo, senza libri. Poi il protagonista non sarà un ricco dandy alla Piperno, e neppure un borgataro alla Siti; e la narrazione non si ispirerà a qualche fatto di cronaca eccezionale, come Il demone a Beslan di Tarabbia o Elisabeth di Sortino. Ceto medio, storie comuni, una roba così.

Tag: , , , ,

12 Risposte to “Il prossimo”

  1. luigi weber Says:

    Concordo con il tuo intento, Sergio: tre su quattro, anzi quattro su quattro, sono secondo il mio modesto parere modelli da schivare assolutamente. Dicevo tre su quattro seguendo l’idea che uno di loro è uno scrittore di molto maggior levatura rispetto agli altri, ma se parliamo di modelli, il borgataro resta pur esso vitando siccome lo morbo pestilenziale.
    Detto questo, evviva, vai con il prossimo.

  2. dario Says:

    insomma potrebbe intitolarsi “la vie en beige”…😉

  3. DaniMat Says:

    Buono!

  4. sergiogarufi Says:

    carissimo luigi, ieri ho visto alessandra, alla koob, è proprio una ragazza in gamba. sui nomi fatti non esprimevo un giudizio di valore, volevo solo marcare una differenza di interessi, dell’oggetto della propria scrittura. il prossimo libro è un’incognita sotto tanti aspetti, ma se accetterai di presentarmelo tu saprò che sarà un bel libro.
    carissimo dario, non ci avevo pensato ma è un’idea, quasi quasi…:-)

  5. sergiogarufi Says:

    grazie daniela!

  6. Alessandra Says:

    In tutta modestia, ma modelli i da schivare in letteratura non penso esistano. A volte anche i modelli più beceri diventano capolavori, se capita che siano nelle corde di uno scrittore. A prescindere, quindi, non escluderei niente. Poi di fronte alla pagina è l’autore che vede emergere situazioni, personaggi, mondi. A Garufi le situazioni che cita non raccontano nulla, ed è giusto che le escluda. Ma regole di opportunità, davvero, è difficile fissarle in letteratura. Mi ricordo un paio d’anni fa a un festival letterario, una editor di Marsilio che, con cipiglio sdegnato, intimava di non inviare patetici manoscritti e – tanto per iniziare – questi aspirati scrittori la piantassero una buona volta di scrivere roba autobiografica, perchè non va più ed è il segno di chi non sa scrivere. Poi ha detto anche qualcos’altro, ma io avevo deciso che era meglio un gelatino. Al pistacchio.

  7. paolo f Says:

    I miei migliori auguri, proprio sinceri, Sergio!:-)

  8. giovanni malatesta Says:

    YEEEEEEE , QUESTA E’ UNA BELLISSIMA NOTIZIA , CONGRATULAZIONI SERGIO

  9. luigi weber Says:

    Caro Sergio, gentili tutti, non volevo né offendere qualcuno (o gli estimatori di qualcuno) né far dire all’autore qualcosa che non aveva intenzione di dire. Ho espresso solo una mia inclinazione, o convinzione, relativa a quei quattro autori e alle loro circostanziate poetiche, che pure in varia misura rispetto (con riserve solo intorno all’operazione di Sortino). E’ verissimo che un bravo scrittore può cavar fuori pagine strepitose dalle idee più lise o improbabili, o dai modelli più diversi, compresi quelli bassi. Ma, insomma, ero solo contento che Sergio avesse altro – chissà cosa – in mente.

    P.S. @ Sergio: l’Ale è una persona incantevole.

  10. cristiano Says:

    insomma, hai deciso cosa farai da grande… certo che iniziare da zero, sarà un’impresa, e forse proprio per questo, degna di essere affrontata e vissuta.
    pacca sulle spalle, stretta di mano, abbraccio.

    Cristiano

  11. monicavannucchi Says:

    evvai! non dico altro, solo in bocca al lupo🙂 monica

  12. elena Says:

    sì sì sì, La vie en beige! suona benissimo! :))

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: