Fare carriera

Quest’estate ho visto le menti più rivoluzionarie della mia generazione – quelle formatesi su Alias, per intenderci – scrivere sul Corsera, Vanity Fair e il Domenicale del Sole 24Ore della moda dell’uomo depilato, dell’esodo vacanziero dimezzato per la crisi e di quante volte bisogna uscire con uno per dargliela senza sembrare una zoccola. Il tutto con lo stile di Alberoni, quel mix di sociologia spicciola e linguaggio da oroscopi che lo rese popolare, solo un po’ più “sporco”. E ho sognato di essere al posto loro (a Capalbio Libri), ma purtroppo non ho mai scritto su Alias (e neppure son mai stato un gran rivoluzionario).

Tag:

2 Risposte to “Fare carriera”

  1. dario Says:

    tutto giusto, tranne forse il titolo…”inizio carriera”! sui furono-rivoluzionari folgorati sulla via di damasco mi vengono in mente righe amarissime di moresco, in “lettere a nessuno”

  2. dario Says:

    ehm, devo essere proprio stanco, avevo letto “fine carriera”…torno a far finta di lavorare….

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: