Uscirne bene

2 SPAZIANI .inddLeggete questa intervista uscita ieri su Repubblica, è istruttiva. Io non conoscevo le poesie di Maria Luisa Spaziani, e dopo questa intervista non mi è venuta voglia di colmare la lacuna. La cosa impressionante, che per me è il contrario dell’essere scrittori, è il suo desiderio di “uscirne bene”. Far bella figura. Proporre di sé un’autorappresentazione nobile e positiva. A parte che non si dovrebbe mai scrivere per “uscirne bene”, perché chi lo fa per quel motivo non ha nulla da dire di profondamente autentico, ma è lo stesso desiderio di apparire tale che vanifica il risultato. Infatti, tranne giusto il Budda, in genere si desidera essere o avere ciò che non si è o non si ha. E poi che significa “uscirne bene”? Uscire da che? Da questa vita, con magari la promessa d’immortalità di un meridiano Mondadori, che oggi non si nega a nessuno e che nessuno più legge?

Sentiamola, ascoltiamone il sottotesto. Il padre non era un pasticciere, come dice l’intervistatore, ma aveva un’impresa di macchinari per dolciumi, cosa ben più importante. Ovviamente florida e ben avviata, che “per colpa della guerra e di un socio fetente” andò in rovina. Lei iniziò a lavorare come stenografa, ed era “eccellente”. I suoi amanti erano pazzi di lei, ma lei molto meno coinvolta. Il Meridiano ha rovinato la digestione a diverse colleghe, ma lei è magnanima e “non nutre sentimenti così bassi”, sebbene abbia provato piacere a immaginare quell’invidia. Poi le vanterie con Picasso, Borges, John Fitzgerald Kennedy, che avrà incrociato un secondo. E gli sprazzi d’orrore quando parla della figlia, fatta crescere dalla madre e dalla sorella, e di cui non rivela chi sia il padre. E infine quel lessico rispettabile, da anisetta, “mi consegno alla sua discrezione”. Che tristezza, la poesia italiana.

Tag: ,

7 Risposte to “Uscirne bene”

  1. Sergio Pasquandrea Says:

    Quel poco che ho letto della Spaziani mi conferma esattamente la tua descrizione: una poetessa che non è mai andata oltre la correttezza scolastica, con niente di autentico o di originale da dire.
    Una che ha cavalcato soprattutto l’onda potente del gossip letterario.

  2. Sergio Pasquandrea Says:

    E il giudizio su Sanguineti… mon Dieu!
    Una pagina sua vale tutta le bibliografia della Spaziani.

  3. lillo Says:

    Non ho capito se quel “Che tristezza, la poesia italiana” sia riferito alla Spaziani o un giudizio di merito sulla poesia tutta. Che nel secondo caso non accetto. Perché, se parliamo dei tempi della Spaziani, con tutto il rispetto per lei, la poesia italiana aveva altri nomi: Sereni, Caproni, Penna, Luzi, Montale stesso, ecc… che sono fra le cose più belle che la letteratura italiana abbia mai espresso (e se poi i lettori non li leggono, sono i lettori che ci perdono, non certo i poeti). Se parliamo invece di cos’è la poesia oggi, forse non ci sono nomi altrettanto forti, ma di sicuro non sono tristi. O forse sì, ma non tutti si aspettano di uscirne bene. Poi mi scuso per l’irruenza, ma io ci credo davvero nella poesia.

  4. sergiogarufi Says:

    ciao lillo, intendevo questa rappresentante della poesia italiana.

  5. lillo Says:

    ah ok, mi scuso ancora per l’irruenza🙂

  6. luigi weber Says:

    bravo Sergio: giusta risposta a una nullità insopportabilmente piena di sé. L’altro giorno ero al punto Einaudi, e la commessa gentilmente mi ha proposto una promozione sui Meridiani. Menzionando tre volumi recenti, tre nomi: Spaziani, Scalfari, il cardinal Martini… io di solito tendo a essere cordiale, ma temo che quella volta la mia risposta sia stata un po’ acida. E’ vero che oggi un meridiano non si nega più a nessuno, quindi non dovrei prendermela. Ma ancora fino a non molti anni fa, i Meridiani facevano canone. Oggi sono un serraglio.

  7. franco Says:

    totalmente d’accordo, intervista insopportabile.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: