La demi-volée di Stoner

mcenroe 3

Leggendo la bella raccolta di saggi curata da Barbara Carnevali e intitolata La saggezza di Stoner (Fazi, pagg.132, 16 euro), mi viene da aggiungere una cosa a proposito del finale del romanzo di John Williams. Quel finale malinconico, l’esatto contrario del do di petto, in cui la morte del protagonista è simboleggiata dalla caduta di un libro che gli scivola dalle dita e finisce silenziosamente a terra, mi ricorda ciò che disse Gilles Deleuze di un colpo di John McEnroe, la sua leggendaria demi-volée, la cui palla dopo aver oltrepassato la rete toccava terra e non rimbalzava più, restava lì ferma, inerte, impossibile da ribattere, “un colpo che consiste nel deporre la palla” più che colpirla.

Annunci

Tag: , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: