l’edicola del villaggio

20170914_165347

L’edicola del mio quartiere ha chiuso. Era l’unica. In teoria stava in un’ottima posizione, davanti all’uscita del Carrefour aperto 24 h, quindi con un traino fenomenale, ma ci vedevo lo stesso pochissima gente. Ora mi toccherà fare un chilometro a piedi e andare in quella di via Pinturicchio a comprare i giornali. In genere ci passavo il sabato o la domenica mattina presto per prendere gli inserti letterari. Quell’edicola era gestita da due ragazzi sui 35 anni e dai loro genitori. Con uno dei ragazzi avevo legato un po’, ci scambiavamo quattro chiacchiere sul cane, le vacanze, cose così. Con la sua barba folta e il codino aveva l’aria di un fricchettone serafico, molto pis&lov, sempre gentile e disponibile con tutti. Negli anni da lui comprai migliaia di figurine per il piccolo, e poi Gardenia o Dove per Chiara e riviste letterarie per me. Gliel’avevo detto che scrivevo, e infatti a volte mi faceva controllare se era uscito un mio articolo su l’Unità così da comprarlo solo in caso affermativo. Poi gli raccontavo dei miei problemi coi giornali che fallivano, chiudevano o non pagavano o pagavano una miseria, speravo con questo di fargli sentire la mia vicinanza, dato che la sua attività non poteva dar utili ed era evidente che avesse le ore contate, ma lui ascoltava senza far commenti, glissando educatamente, come se quei casini non lo riguardassero. Mi faceva un po’ tenerezza, perché avevo l’impressione che non fosse sincero, tipo sulle vacanze, che diceva di voler fare in posti esotici con viaggi costosi, come se si vergognasse ad ammettere di avere difficoltà. Forse ai suoi occhi ero solo un cliente, e coi clienti non si parla dei propri problemi. Anch’io quando avevo il negozio facevo lo stesso. Non è facile riconoscere il proprio fallimento, si tira fino all’ultimo fingendo tranquillità e benessere, eppure quanto siamo più vicini agli altri quando mostriamo le nostre debolezze. Ora chissà dov’è finito, che lavoro fa.

Annunci

Tag: , ,

Una Risposta to “l’edicola del villaggio”

  1. acabarra59 Says:

    Anche l’edicola di piazza Mancini ha chiuso. Chi non chiude mai è la televisione, acci sua. Io, per me, devo confessarlo: è già da un po’ che ho smesso di comprare il giornale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: