Archive for dicembre 2017

Per l’anno nuovo

dicembre 31, 2017

FB_IMG_1514645985128

Auguri di un 2018 pieno di amore e ius soli.

Annunci

Paratesti

dicembre 29, 2017

20171229_175546

Il paratesto, quanto mi piace. La fenomenologia dei ringraziamenti letterari fu solo un assaggio di questa mia ossessione. Forse anche le case degli scrittori che visito spesso rientrano nella categoria del paratesto, al pari di una prefazione, un esergo, una quarta di copertina. Soglie, per dirla con Genette, anzi la soglia ideale attraverso la quale accedere a un testo, perché fra quelle mura domestiche fu concepito, nacque, prese forma. In questo caso il paratesto che mi ha spinto all’acquisto è la fascetta, il rifiuto del premio prestigioso con la motivazione che la letteratura non è una gara, e la lettura dell’incipit ha confermato quella buona impressione.

Un mio pezzo sul Foglio

dicembre 26, 2017

20171226_004902

https://www.ilfoglio.it/cultura/2017/12/25/news/parole-non-fatti-cosi-politici-e-intellettuali-si-interessano-al-linguaggio-170274/

Buon Natale

dicembre 25, 2017

FB_IMG_1512691662582

Luoghi del destino

dicembre 23, 2017

IMG-20171223-WA0004

È la più antica libreria di Ginevra. La Jullien esiste dal 1839. Ci andava Borges da ragazzino giusto un secolo fa, e pure Céline, o meglio il medico Louis-Ferdinand Destouches, che proprio fra quegli scaffali nell’autunno del ’26 conobbe Elizabeth Craig, la ballerina americana cui sei anni dopo avrebbe dedicatobil Viaggio al termine della notte.

La mia idea di felicità

dicembre 22, 2017

7966D1C5-4DD5-474C-A246-FE5CBEE30E2F-1024x452

Beckett reloaded

dicembre 20, 2017

FB_IMG_1513805082670

Corpus Inscriptionum Latrinarum

dicembre 17, 2017

IMG_20171210_150540_664

(Bagno della trattoria da Dante, via Monte Santo, Roma)

Hall of shame

dicembre 16, 2017

Schermata-2017-12-16-alle-16.42.32-670x274

(Una lettera al Corriere della ministra dell’istruzione Valeria Fedeli)

Ma che sapore ha, una vita non spesa

dicembre 16, 2017

FB_IMG_1513438974728

Non riesco a ricordare di essermi mai sforzato – nella mia vita non si rintracciano segni di lotta, io sono l’opposto di una natura eroica e combattiva.

(Nietzsche, Ecce homo)