Archive for the ‘assurdità quotidiane’ Category

l’eterno ritorno

novembre 19, 2016

stree

“Il ritorno alla narrativa di X”. Lui è tornato, sì, ma lei non era in casa.

il marchesato del Grillo

novembre 12, 2016

roma

Roma è un esperimento sociale, tipo i microfoni aperti di radio Radicale, per vedere che succederebbe se ognuno potesse fare il cazzo che vuole.

 

l’ottimismo

novembre 7, 2016

square

Mi piace ricevere mail che annunciano un reading poetico con l’avvertenza “ingresso libero fino ad esaurimento posti“.

Proust sul lungotevere

novembre 2, 2016

rothk

Recupera il tempo perduto“, intima il cartellone pubblicitario di una scuola privata sul lungotevere dei Mellini.

(foto di Nicola Bertini)

cambiare Paese

ottobre 31, 2016

renzi

Stamattina, dopo la forte scossa di terremoto che a casa nostra ha fatto cadere un quadro e rompere il vetro, ho sintonizzato la tv sul canale di Rainews 24, e mentre il conduttore avvertiva che anche negli studi di Saxa Rubra si era sentito il sisma, sul video è comparsa la scritta che ho fotografato. La concomitanza col terremoto e la scomparsa di un articolo determinativo hanno trasformato un’innocua dichiarazione in un pressante invito ad espatriare.

nuovi comandamenti

ottobre 30, 2016

sel

Non avrai altro Dio all’infuori di te

mezz’ora al massimo

ottobre 29, 2016

citofono

io quando sto per entrare a una festa, sia pure di amici cari, esito sempre un po’, e mi dico ogni volta la stessa cosa: mezz’ora al massimo e poi esco.

un uomo da copertina

ottobre 18, 2016

nuo

Sono sulla copertina dell’ultimo numero di Nuovi Argomenti, a fianco alla Madonna della misericordia di Piero della Francesca, grazie a un bel ritratto fattomi da Tommaso Pincio.

i miei nobel

ottobre 14, 2016

bag

io sono per il nobel ai bottoni di walser, alle scintille che faceva il mio pigiama di pile le notti d’inverno quand’ero bambino, al latte condensato ciucciato dal tubetto; sono per il nobel ai cabaret di paste la domenica, ai cataloghi delle mostre, alla marlboro dopocena, al tiramisù di angelina; sono per il nobel alle mura aureliane, ai mocassini, al purè; sono per il nobel alla crema pasticcera, agli specchi convessi, al ventolin, alle lenzuola pulite; sono per il nobel al viso di jennifer connelly, allo strudel di mele col gelato alla vaniglia; sono per il nobel alla chiesetta di via lorenteggio, alla parola forse, alle vacanze d’agosto, ai crostini di fegatini, agli accappatoi degli hotel di lusso e ai sogni ad occhi aperti, soprattutto ai sogni ad occhi aperti, anzi i sogni ad occhi aperti anche patrimonio dell’umanità.

il raduno degli eremiti

ottobre 12, 2016

treno

Oggi ho sentito alla radio che fra pochi giorni si terrà in Toscana un raduno di eremiti. Forse costituiranno un’associazione di categoria.