Archive for the ‘citazioni’ Category

Try again

aprile 22, 2019

220px-Carl_Van_Vechten_-_William_Faulkner

INTERVIEWER:
Some people say they can’t understand your writing, even after they read it two or three times. What approach would you suggest for them?

FAULKNER:
Read it four times.

Annunci

lì dentro Einstein non basta

aprile 11, 2019

blackhole

“Ho studiato i buchi neri tutta la vita, ma non credevo sarei arrivato a vederne una vera immagine. Ricordo il mio libro di testo universitario, che nel capitolo sui buchi neri diceva che tutto sommato non ci si credeva che i buchi neri esistessero davvero… Ricordo il direttore del centro di ricerca dove sono andato a lavorare nel 2000. Durante la nostra prima conversazione anche lui era molto scettico che i buchi neri fossero reali. E invece… eccolo lì. (…) Un piccolo dischetto sì, ma è a 55 milioni di anni luce di distanza: la luce che ci porta l’immagine che oggi guardiamo tutti noi incantati è partita da là molto prima che comparisse sulla Terra la nostra inquieta e fragile specie. E dentro questo gigante del cielo cosa succede? Cosa c’è? Ancora non lo sappiamo, perché lì dentro Einstein non basta. Stiamo studiando. Lo scopriremo”.

Carlo Rovelli, Corriere della Sera, 11 aprile 2019

vanire

marzo 23, 2019

Bocklin-autoritratto-con-la-morte

Accanto alla storia, che ferma via via le azioni degli uomini, le rinchiude, le rende inoperanti, c’è il fantasma della storia: il grande buco, il vuoto che assorbe via via le azioni che sfuggono alla storia, e le annienta. (…)

Arnoldo Böcklin preparava le sue tele in grigio; poi, con una spugna intrisa d’acqua, abbozzava a grandi masse la composizione che aveva in mente; infine si sedeva e contemplava a lungo quel prefantasma della sua nuova opera. Se l’umido abbozzo lo contentava, tornava su col colore e ne fissava la traccia; se no, lasciava che questa, a poco a poco, vanisse.

Opere che entrano nella storia – opere che entrano nel fantasma della storia.

Anche i ricordi, lentamente ma inesorabilmente, vaniscono.

(Alberto Savinio, “Dico a te, Clio” )

Escher sull’Hudson

marzo 22, 2019

Hudson Yards

Avvertenze

marzo 14, 2019

0_facebook_1552564707748

leggere una storia

novembre 6, 2018

garboli

«I romanzi sono già scritti; per farli esistere, per dare loro la forma, il corpo, bisogna “strumentarli”; fare uscire la musica dall’aria (la forma dal blocco), e sottrarre, sottrarre, non finire mai … Il romanzo è frutto di privazione: non si tratta di scriverlo, di raccontare una storia, ma di “leggerla”»

(Cesare Garboli, Scritti servili)

come un abbraccio

ottobre 22, 2018

enricotesta

ordine e forma

ottobre 14, 2018

baci

“E’ nella natura umana cercare di imporre un ordine e una forma alle cose più provocatoriamente caotiche e amorfe della vita. Alcuni di noi per farlo inventano leggi, o disegnano linee sulla strada, o mettono dighe ai fiumi o isolano isotopi o migliorano la qualità dei reggiseni. Altri fanno la guerra. Altri ancora scrivono libri.”

(Asimmetria, Lisa Halliday)

Segreti

ottobre 8, 2018

IMG-20160906-WA0000

“Una fotografia è un segreto che parla di un segreto. Più racconta, meno è possibile conoscere”.
Diane Arbus

 

le leggi dell’attrazione

settembre 17, 2018

adorno

Le persone fini sono attratte da quelle grossolane, la cui rozzezza promette loro illusoriamente ciò di cui le priva la loro cultura. Essi non sanno che il grossolano, che sembra loro anarchica natura, non è se non il riflesso della costrizione alla quale sono riluttanti.”

(Theodor Adorno, nel 1946)