Archive for the ‘citazioni’ Category

oblivion

settembre 15, 2017

burton

Grandi sono i tesori dell’oblio, e innumerevoli gli ammassi delle cose in uno stato prossimo al nulla: molto di più è sepolto in silenzio di quanto sia ricordato, e i più sterminati volumi non sono che epitomi di quanto è avvenuto.
(Thomas Burton, Hydriotaphia, 1658)

Annunci

per il centenario della fontana

agosto 22, 2017

fontana-marcel-duchamp-307479

“L’atto di Duchamp è in sé infinitesimale, ma a partire da lì tutta la banalità del mondo entra nell’estetica e, inversamente, tutta l’estetica diventa banale.”

(Jean Baudrillard, Il complotto dell’arte)

il soffio

agosto 10, 2017

coup

Forse la vita è davvero
quale la scopri nei giorni giovani:
un soffio eterno che cerca
di cielo in cielo
chissà che altezza.

Antonia Pozzi, Prati

il segnale

agosto 9, 2017

celine-bebert-bessy-danemark

“Ve lo dico io, gentucola, coglioni della vita, bastonati, derubati, sudati da sempre, vi avverto, quando i grandi di questo mondo si mettono ad amarvi, è che vogliono ridurvi in salsicce da battaglia… È il segnale… È infallibile. È con l’amore che comincia.”

gli infiniti futuri

agosto 4, 2017

borgespoe

la curiosa tesi di Dunne, che attribuisce a ogni uomo, in ogni istante della sua vita, un numero infinito di futuri”.

(Jorge Luis Borges, recensione di An experiment with time, di John William Dunne, apparsa sulla rivista El Hogar nel 1937 e ora raccolta in Testi prigionieri, Adelphi)

Le cose sbagliate

luglio 5, 2017

rodari

ritratti al vetriolo

giugno 13, 2017

Ugo Tognazzi

Un autentico gatto da cortile, sempre dietro a una fica, ignorante come un carabiniere anche se compra quadri antichi e libri rari” (Bianciardi di Tognazzi)

nutrirsi degli altri

giugno 8, 2017

val

“Niente di più originale, niente di più se stessi che nutrirsi degli altri. Ma bisogna digerirli. Il leone è agnello metabolizzato.”

(Paul Valéry)

come se io fossi ancora qua

maggio 23, 2017

ungar

Domani e poi domani quei giorni continueranno a splendere per conto loro, come se io fossi ancora qua o come quando morirò, ora o tra mille anni indifferenti e uguali, e per ogni domani separati da me, irrecuperabili come il suo sguardo

(Raffaele La Capria, Ferito a morte)

Botte della madonna

maggio 18, 2017

la-vergine-sculaccia-cristo-bambino1