Archive for the ‘citazioni’ Category

solchi

giugno 17, 2016

solc

“Le mutandine nun ereno insanguinate: lasciaveno scoperti li due tratti delle cosce, come du anelli de pelle: fino a le calze, d’un biondo lucido. La solcatura del sesso… pareva d’esse a Ostia d’estate o ar Forte de Marmo de Viareggio, quanno so’ sdraiate nella rena a cocese, che te fanno vede tutto quello che vonno” (Carlo Emilio Gadda, Pasticciaccio)

dai diamanti non nasce niente

giugno 4, 2016

fall

Ah, povero amico, come ti ho rimpianto a Pompei! Ti invio dei fiori che ho colto in un lupanare sulla soglia del quale si drizzava un fallo eretto. In questa casa c’erano più fiori che in tutte le altre. Lo sperma di antichi cazzi, caduto a terra, ha forse fecondato il suolo

(Gustave Flaubert, lettera a Louis Bouilhet, 9 aprile 1851, Roma)

 

fratelli d’inchiostro

giugno 1, 2016

land

“il mio vero talento e il mio bisogno più sentito è quello dell’abbrutimento” (Rien va)

l’esergo del mio prossimo libro

maggio 24, 2016

lama

corpus inscriptionum latrinarum

maggio 17, 2016

bagno

scritte sulla porta di un bagno dell’Institut Català d’Oncologia a Hospitalet de Llobregat

lo stile scorrevole

maggio 12, 2016

jovv

“Eccettuati Chateaubriand, Balzac, Stendhal, Mérimée, de Vigny, Flaubert, Banville, Gautier, Leconte de Lisle, tutta la gentaglia moderna mi fa orrore. I vostri accademici, orrore. I vostri liberali, orrore. La virtù, orrore. Il vizio, orrore. Lo stile scorrevole, orrore. Il progresso, orrore. Non parlatemi mai più di chi non dice nulla».

(Charles Baudelaire)

sciare

maggio 9, 2016

celine-elizabeth-craig-768251_tn

La vita non riserva che pene e dispiaceri. Salvo che a quelli che sciano

(Louis-Ferdinand Céline, Lettere alle amiche, Adelphi, pag.111)

la difficoltà di scrivere poco

luglio 7, 2015

kfSe solo la signorina Lindner sapesse come è difficile scrivere così poco come faccio io!

(Franz Kafka, lettera a Felice Bauer, 23/12/1912)

la logica delle cose

settembre 30, 2012

«Ciò che ci colpisce, del non-accaduto, è la sua ovvietà, l’urgenza con cui la data situazione lo reclamava. Il paradosso sta dalla parte dell’accaduto: dall’altra parte se ne sta, sconfitta, quella che chiamiamo logica delle cose»

la pizza romana

settembre 14, 2012

Aurora y yo estamos cultivando la pizza romana. Aparte de deliciosa, aparte de ser la locura más inconmensurable del sistema solar, es barata y nos deja repletos y felices como gatos.” (J.Cortazár, Cartas a los Jonquières, Alfaguara, pag. 189, 27 ottobre 1953)