Posts Tagged ‘Hopper’

Restare a casa

marzo 20, 2020

IMG_20200320_013112

Suggerimenti

ottobre 23, 2018

treppe-kafka

I pochi gradini di una scala salvata dal trascorrere inesorabile del tempo e del gusto, dalle speculazioni immobiliari e dall’oblio. Su quei gradini in legno, nel luglio 1923, salirono e scesero spesso Franz Kafka e Dora Diamant al tempo in cui si erano appena innamorati. Questa scala stava a Graal_Müritz, una località turistica sul mar Baltico, in un edificio che ospitava una colonia ebraica presso la quale lavorava Dora come volontaria e che in seguito fu demolito. Ora il pezzo di scala è custodito in un piccolo museo privato dedicato alla memoria dello scrittore praghese. Quanto mi piacciono questi cimeli, sono suggerimenti di un altrove, rinviano a qualcosa di nascosto misterioso e alto, come per i gradini moquettati che s’intravedono oltre le tende del cinema di Edward Hopper, un altrove inaccessibile e per questo irresistibile, che custodisce tutte le storie anonime che attendono di essere ascoltate e trasmesse.

new-york-movie-edward-hopper

il pittore del tempo

luglio 7, 2016

hop

Secondo me i quadri di Hopper sono così belli perché il soggetto è sempre lo stesso, ed è la cosa più difficile da fermare: il tempo. Ecco perché spesso i loro titoli sono dei momenti, come Early sunday morning, o Undici del mattino, ed ecco perché il suo ultimo quadro è un addio, il suo tempo a disposizione era terminato.