Posts Tagged ‘Praga’

metamorfosi

settembre 27, 2016

ka

Com’è cambiata la Praga di Kafka, sembra una città in forma di biografia. Neanche un secolo dopo la morte dello scrittore, in ogni angolo della capitale ceca riecheggia il suo nome e campeggia il suo volto malinconico, icona della bellezza e della purezza dell’insuccesso, a partire dalla sua casa natale, che oggi ospita il caffè Kafka, col suo ritratto come insegna. Ma per i fan più esigenti c’è la camera 214 dell’hotel Century, in cui si può soggiornare provando l’ebbrezza di stare fra le stesse mura in cui lui passò quattordici anni della sua vita, dato che quello era il suo ufficio all’Istituto di Assicurazioni. Chissà che penserebbe Franz, di questa stanza con la foto bromurica dei genitori appesa sopra il letto, e soprattutto di chi ci vuol dormire, tanto da prenotarla con largo anticipo? Uno scrittore la cui fama in vita varcò a stento i confini boemi, ora è diventato un’attrazione turistica internazionale e un pilastro del canone novecentesco occidentale. Ma il colmo è la libreria Kafka a Palazzo Kynski, dove un tempo c’era la merceria del padre. Hermann, l’omone che badava solo ai soldi e alla reputazione, che direbbe adesso nel vedere che tutto il mondo celebra l’opera del suo primogenito, quello che considerava un buono a nulla? Sembra una domanda retorica, ma la risposta non è così scontata. Lo dimostra il fatto che i c.d. cugini americani, i figli dello zio Philipp, emigrati negli USA e fra i pochi sopravvissuti dell’intera famiglia, rinnegarono ogni parentela col defunto e ormai celebre Franz.

Annunci