Posts Tagged ‘Salvini’

la mia legge elettorale

aprile 14, 2017

vota-antonio

Il Garufellum è molto semplice. Funziona ribaltando la logica elettorale tradizionale, un po’ sul modello dei referendum abrogativi o delle nominations ai reality show come Il grande fratello o l’Isola dei famosi. Parte dalla constatazione che gli haters sono i veri interpreti dello spirito del tempo, e quindi il mondo sub specie inimicarum non può che essere un mondo oppositivo, fatto di contrasti e di avversioni, in cui il gusto si esprime innanzitutto attraverso il disgusto. Per cui non si vota per un partito, come d’abitudine, ma si vota contro, ossia segnalando ciò che è più distante da noiD’altronde, come si vota oggi? Apponendo una X sopra il logo di un partito. E l’espressione “metterci una croce sopra”, che significa? Fa pensare a una pietra con la quale si chiude un sepolcro, alla volontà di farla finita con quella persona o quel gruppo, non certo a una forma di sostegno o di adesione. Dunque un gesto contro qualcuno o qualcosa. E allora rispettiamo la filologia, siamo coerenti. Votare un partito o un candidato vuol dire esprimere la propria contrarietà verso quel qualcuno, e più voti prende un partito, meno rappresentanti avrà in parlamento (e viceversa), fino a una soglia di sbarramento in alto, magari per chi supera il 30%, che lo esclude totalmente dall’arco costituzionale, e a un premio di minoranza che garantisca la governabilità per chi sarà meno votato. Così facendo sono sicuro che voterebbero pure molti indecisi che di solito se ne astengono, e si sa che le elezioni le decidono gli indecisi. Questo è l’unico modo per unire il voto utile a quello dilettevole, perché in questo modo ti diverti anche a far fuori qualcuno, e ci si chiarisce bene le idee sulle proprie priorità in fatto di avversione. Votare non il più simile, ma il più estraneo, quello che non c’entra niente con le nostre idee e i nostri valori. Chi sarebbe per me? Bella domanda. C’è la fila. Diciamo che in pole position metterei il fascismo di Casa Pound, ma subito dietro ci sarebbe l’ignoranza crassa di molti cinquestelle, la disonestà congenita dei forzitalioti, il razzismo di Salvini e la spocchia di D’Alema, insomma, praticamente tutti. Va beh, ci penserò su, e comunque anche col Garufellum il voto è segreto.

Annunci