Posts Tagged ‘Sean Connery’

Scuse bifronti

settembre 4, 2018

images

Il movimento #metoo non mi piace per diverse ragioni: la scarsa autorevolezza delle sue paladine, il principio ispiratore della presunzione di colpevolezza dei molestatori, i processi sommari e le condanne esemplari basate su accuse di episodi risalenti anche a decenni prima, espresse con un tweet o in un’intervista, il rifiuto del garantismo come “una cosa antiquata, ottocentesca” (Asia Argento dixit), e gli odiosi boicottaggi nei confronti dei cineasti più chiacchierati come Woody Allen. C’è un fanatismo religioso in questo femminismo dei cancelletti che mi spaventa e preoccupa, perché ambisce a essere prescrittivo erga omnes, cioè anche nei confronti di chi non la pensa in quel modo. È il caso del recente annuncio di Amazon Prime di non voler più distribuire l’ultimo film di Allen (A rainy day in New York), a causa del sospetto che grava da anni sulla sua persona di aver molestato una figlia adottiva, cosa per la quale peraltro non fu mai condannato.FB_IMG_1536265343461 Di fondo c’è l’illusione di poter normare dei rapporti in cui regna l’ambiguità, e le illusioni sono pericolose perché prive di difetti, come lo slogan It’s a dress not a yes, rivolto agli uomini che scambiano un vestito scollato per un via libera. E’ impossibile determinare con precisione e previamente la volontà di due adulti consenzienti che stanno per scopare. Quell’ambiguità, quella zona grigia e inesplorabile è la ragione di tanti fraintendimenti ma anche dell’attrazione irresistibile che ci spinge gli uni verso gli altri. Di più, quell’ambiguità è qualcosa di costitutivo e ineliminabile. Come pare che dicesse sempre quel sex symbol di Sean Connery alle sue Bond girls poco prima di girare una scena di nudo: “scusa se mi eccito, e scusa se non mi eccito“.

Annunci

la misoginia di 007

gennaio 30, 2018