Posts Tagged ‘Umberto Veronesi’

la mano nella mano

novembre 13, 2016

obami

Nel film About Schmidt il protagonista, un pensionato catatonico interpretato da Jack Nicholson, adotta a distanza un bimbo africano, e il dialogo epistolare che mantiene con questo bambino è un espediente narrativo per raccontare la sua vita e i suoi pensieri. Nel finale, dopo tante traversie e lutti, Nicholson riceve una lettera della missionaria che alleva il bimbo, nella quale è accluso un disegno infantile di quest’ultimo che mostra due figure, una grande e una piccola, che si tengono per mano.

mani

Investigating Van Eyck è un libro che trovai nel bookshop della National Gallery di Londra. Contiene diverse radiografie sul dipinto dei coniugi Arnolfini, che mostrano come i pentimenti del pittore riguardarono soprattutto la posizione delle mani unite (prima lui stringe quella di lei, dopo la tiene più morbidamente, poi vengono spostate più in alto e di profilo), come se quello fosse il vero fulcro dell’opera.

Al funerale laico di Umberto Veronesi, il figlio Alberto ha raccontato che la notte prima di morire il celebre oncologo cercava in silenzio la sua mano.

Alcuni testimoni riferirono che l’11 settembre una coppia di jumpers si buttò dalle torri gemelle in fiamme tenendosi per mano.

L’ultima poesia dello scrittore svizzero Grytzko Mascioni, composta a Nizza nella primavera del 2003 quando ormai sapeva che gli mancavano pochi mesi, è dedicata alla moglie Angela e si conclude con quell’immagine: (more…)

Annunci

Il vecchio che avanza

luglio 14, 2012

L’Italia è un paese fantastico, non finisce mai di stupirmi. Guardate questo libro dal titolo azzeccatissimo. E’ stato pubblicato l’anno scorso da Einaudi e raccoglie otto interviste ad altrettanti intellettuali italiani sul tema del futuro. Come sarà il mondo che verrà? Sconfiggeremo le malattie? Cambieranno i valori che ispirano la nostra vita? A questi e altri pressanti interrogativi rispondono Umberto Eco, che ha 80 anni, Veronesi 87, Sergio Romano 83, Angelo Scola 71, Giuliano Amato 74, Giuseppe de Rita 80. Uno di questi, il fisico Nicola Cabibbo, è morto prima che uscisse il libro. Non ha fatto in tempo a leggerlo. Hanno raccolto le sue risposte ed è morto nel 2010, a 75 anni. Ma a parte l’età, alcuni di loro non sembrano neppure molto interessati all’avvenire. Sergio Romano, per esempio, cura una rubrica di posta coi lettori sul Corriere in cui parla quasi esclusivamente di questioni risorgimentali: Mazzini, Garibaldi, la breccia di Porta Pia, quello è il suo mondo.

Alla fine ho calcolato l’età media degli intervistati: 81 anni. Poi ci si sorprende che il progetto di Matteo Renzi sul ricambio generazionale abbia molto seguito. In quale altro paese si fanno spiegare il futuro da chi non ne ha?